Nell''800 è stata poi una delle città più attive sul fronte rivoluzionario, ospitando molti dei moti volti all'unificazione, mentre durante la Seconda guerra mondiale la città fu teatro di duri scontri e aspri bombardamenti, ma anche di una fiera resistenza partigiana, che gli tributò l'onore di una medaglia d'oro al valore civile. La componente trainante dell’economia riminese è costituita dal settore terziario, che comprende le attività ricettive e commerciali al servizio del turismo e le funzioni al servizio della popolazione residente. Grande importanza all’interno del tessuto economico della città è rivestita inoltre dagli eventi fieristici e congressuali, che possono contare su infrastrutture tra le maggiori a livello nazionale: il quartiere fieristico di Rimini Fiera e il Palazzo dei Congressi.

Rimini possiede un grande patrimonio architettonico e artistico, comprendente monumenti e opere d’arte di epoche diverse, che testimoniano oltre duemila anni di storia. L'impianto urbanistico e i caratteri ambientali del centro storico sono essi stessi il risultato della stratificazione di epoche differenti, che nell’alternarsi di periodi di decadenza e di rinascita ne hanno determinato la complessità attuale. I più importanti monumenti risalgono all’età romana (Arco d’Augusto e Ponte di Tiberio) e al Rinascimento (Tempio Malatestiano).