Il centro storico, comprendente numerose chiese e palazzi di notevole interesse storico e artistico, è delimitato dalle mura, la cui cerchia si è preservata quasi intatta, e da vari torrioni e porte posti sotto l'antica Rocca Malatestiana. A Cesena è presente la Biblioteca Malatestiana, costruita nella metà del XV secolo, prima biblioteca civica italiana ed unico esempio di biblioteca monastica medievale perfettamente conservata nell'edificio, negli arredi e nella dotazione libraria. L'UNESCO ha riconosciuto l'importanza culturale della Malatestiana inserendola, prima in Italia, nel registro della Memoria del mondo.
 
Città leader nel mercato dell'ortofrutta europeo, è un importante snodo di comunicazione, grazie all'intersezione tra l'autostrada A14 Bologna-Taranto e la strada statale 3 bis Tiberina (tratto della E45) Orte-Ravenna, quest'ultima destinata in futuro a venire prolungata sino a Venezia con la trasformazione in autostrada del percorso E55 Cesena-Mestre. Sono secoli che l'agricoltura è praticata a Cesena; tra innovazione e qualità, i prodotti ortofrutticoli (come le pesche di Romagna) sono conosciuti anche fuori dei confini nazionali. Essi sono coltivati con moderne tecnologie applicate all'agricoltura: dai controllo ottici, ai primi esperimenti di lotta integrata, per arrivare al biologico condotto dall'equipe dell'entomologo Giorgio Celli. Altri campi, come la produzione di alimenti surgelati, vedono aziende cesenati, come la Orogel, ai primi posti in Italia. Il grande successo che riscuote ogni anno il Macfrut, una delle fiere più importanti al mondo nel comparto ortofrutticolo, è solo il segno di un primato consolidato. Più in dettaglio, accanto ai cereali (rimasti per secoli il primo prodotto locale), si è sviluppata la coltivazione degli alberi da frutto (soprattutto pesche, ma anche albicocche, susine, mele e pere); anche le patate, le barbabietole e i prodotti orticoli vantano produzioni cospicue. Anche il vino ha una certa importanza nell'economia cesenate e fra gli altri vanno ricordati l'Albana e il Sangiovese. Per concludere, va notato come anche l'allevamento avicolo abbia, nel cesenate, una sua tradizione, testimoniata da un'azienda nota a livello nazionale: l'Amadori, fondata del 1981 da Francesco Amadori. Cesena è sede di diverse facoltà universitarie aggregate nel Polo scientifico-didattico di Cesena, facente parte dell'Università di Bologna.